';

Cos’è il modello OT23 che sostituisce l’OT24

Cos’è il modello OT23 che sostituisce l’OT24

Il modello OT23 pubblicato dall’INAIL sostituisce il vecchio OT24 per lo sconto dei premi assicurativi per interventi migliorativi di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro.

Il modello OT23 sarà utilizzabile dalle aziende fino a febbraio 2020 per ricevere sconti sui premi assicurativi dimostrando la messa in atto di azioni migliorative in tema sicure e igiene nei posti di lavoro. Diverse le novità e i vantaggi per le aziende che decideranno di usufruire dell’opportunità.

Cos’è il modello OT23

Pubblicato dall’INAIL lo scorso agosto il modello OT23 , facente ora riferimento all’articolo 23 del decreto ministeriale 12 dicembre 2000,  va sostituire il vecchio OT24. Le aziende avranno la possibilità usufruire della riduzione del tasso medio di tariffa per prevenzione, presentando il modello entro febbraio 2020, dimostrando la messa in atto di misure di miglioramento in ambito sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro. Il nuovo modello, scaricabile sul sito web dell’INAIL, si articola facendo riferimento a cinque categorie di interventi:

  • Di carattere generale;
  • Di carattere generale ispirati alla responsabilità sociale;
  • Trasversali;
  • Settoriali generali;
  • Settoriali.

Un’opportunità interessante per tutte quelle aziende virtuose che decidano di mettere in atto misure concrete per il miglioramento delle condizioni generali di sicurezza.

Le novità del modello OT23 rispetto al modello OT24

In primo luogo, all’interno del modello OT23, sono segnalati diversi interventi che configurano un’impresa come meritevole di una riduzione, tra i più interessanti:

  • L’adozione o il mantenimento di sistemi di gestione della sicurezza sul lavoro certificati;
  • Le asseverazioni rilasciate da organismi paritetici;
  • La segnalazione di quasi infortuni o di mancati incidenti sul lavoro;
  • Le iniziative di formazione adottate;
  • Le agevolazioni sociali concesse ai lavoratori;
  • Le convenzioni stipulate con le ASL per le campagne contro il fumo, l’alcol, l’uso di stupefacenti e di promozione per un corretto stile alimentare;
  • Il reinserimento lavorativo di dipendenti affetti da disabilità da lavoro;
  • Il trasporto da casa al lavoro per i lavoratori in orario notturno;
  • Gli interventi per contrastare il verificarsi di rapine.

Inoltre, alle imprese viene data la possibilità di concorrere per il premio “Imprese per la sicurezza” organizzato da INAIL e Confindustria con APQI e Accredia.

Le novità proposte dal modello OT23 riguardano anche l’introduzione, tra gli interventi di carattere generale ispirati alla responsabilità sociale delle imprese, delle prassi di riferimento Uni/PdR 49:2018 per le costruzioni e Uni/PdR 51:2018 per le micro e piccole imprese.

Viene inoltre introdotto col modello OT23 uno strumento dedicato alle PMI: ossia, una serie di indicatori a supporto dell’autovalutazione delle imprese rispetto alle dimensioni dell’ambiente, della governance e del sociale.

Per poter accedere alla riduzione del tasso occorre totalizzare, segnalando gli interventi, un punteggio che sia pari almeno a 100. Gli  interventi si possono selezionare da qualunque sezione del modulo, ad eccezione di quelli riferiti alla responsabilità sociale delle imprese, la cui soglia del punteggio massimo deve essere raggiunta senza ulteriori cumuli.

 

 

 

 

 

LM Staff

Related posts
Leave a reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi