';

L’Illuminazione di emergenza e di sicurezza

L’Illuminazione di emergenza e di sicurezza

I luoghi di lavoro così come le aree soggette ad affollamento devono essere dotate di un sistema di illuminazione di emergenza e di sicurezza. Ecco di cosa si tratta.

Lo scopo dell’illuminazione di emergenza e di sicurezza riguarda l’eventualità di accadimenti critici in cui il sistema di illuminazione ordinaria risulti fuori uso. Lo scopo di entrambe è quello di garantire l’incolumità delle persone garantendo un esodo ordinato dalla struttura e la messa in atto, in sicurezza, delle azioni necessarie ad affrontare lo stato di emergenza.

La differenza tra illuminazione di emergenza e di sicurezza

Con illuminazione di emergenza si intende l’insieme dei sistemi di illuminazione di riserva e di illuminazione di sicurezza. I primi riguardano l’attivazione di fonti alternative di illuminazione nel caso di interruzione di quella prodotta dall’impianto principale con lo scopo della continuazione delle attività; mentre la seconda è finalizzata alla salvaguardia dell’incolumità delle persone durante una situazione di emergenza. In tal senso l’illuminazione di sicurezza: indica le vie d’esodo, evita il panico evitando che le persone rimangano disorientate al buio, e provvede a rendere visibili aree o dispositivi particolarmente a rischio, favorendo così anche le attività di soccorso.

Per questa ragione l’illuminazione d’emergenza, nella fattispecie dell’illuminazione di sicurezza, favorisce le attività di prevenzione incendi e la messa in sicurezza di macchinari e aree potenzialmente critici. Questo tipo di illuminazione può essere composta da un sistema unico centralizzato o affidarsi a dispositivi autonomi che garantiscano: un certo tempo di attivazione; una certa autonomia; un livello di illuminazione minimo e un certo tempo di ricarica degli accumulatori. Tali valori sono specificati dalle direttive di legge a seconda della tipologia di luogo di cui si sta trattando.

Per quanto riguarda l’impianto di illuminazione di emergenza e di sicurezza è bene tenere conto di eventuali punti critici, così come della disposizione e della densità degli apparecchi che potrebbe limitare la visibilità in caso di fumo denso. Ragione per cui è preferibile optare per punti di illuminazione di piccole dimensioni.

L’illuminazione di emergenza e di sicurezza garantiscono una gestione più ordinata e sicura della situazione di emergenza, permettendo anche agli eventuali soccorsi la possibilità di intervenire in maniera efficiente su eventuali pericoli. Affidarsi a un team di professionisti come quello di LM Consulting per una consulenza specifica a riguardo è il modo migliore per essere sicuri di installare un impianto a norma e pienamente efficiente.

LM Staff

Related posts
Leave a reply