';

Legge di bilancio 2019: le novità per la sicurezza sul lavoro

Legge di bilancio 2019: le novità per la sicurezza sul lavoro

La legge di bilancio 2019, da poco pubblicata, porta con sé alcune novità inerenti il settore della sicurezza sul lavoro, specialmente per quanto riguarda le sanzioni.

La nuova legge di bilancio 2019 è stata pubblicata il 31 dicembre 2019 sulla Gazzetta Ufficiale e prevede alcune modifiche alla norma in tema di sicurezza sul lavoro. I principali aspetti interessati dalle novità introdotte saranno: le sanzioni, la vigilanza, i finanziamenti all’INAIL, la gestione dei certificati di infortunio e malattia professionale e la prevenzione incendi negli edifici storici.

Sanzioni e vigilanza

In primo luogo la novità più saliente introdotta dalla legge di bilancio 2019 riguarda le sanzioni, nello specifico inerenti le violazioni del D.Lgs del 9 aprile 2008, n° 81. Quest’ultime saranno soggette ad un aumento del 10%., siano esse in ambito amministrativo o penale. Parallelamente la norma include un incremento dell’attività di vigilanza a capo dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro. In tal senso si punta all’inserimento di 930 figure nell’arco di 3 anni con funzione ispettiva: con 300 unità nel 2019, 330 unità per il 2020 e 330 unità nel 2021.

Taglio all’INAIL

Tra le novità più discusse vi è il taglio dei finanziamenti all’INAIL. In tal senso, le aziende saranno soggette a una riduzione delle tariffe da versare all’INAIL per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni, per la durata del triennio 2019-2021. Questo comporterà una riduzione del potere d’azione dell’INAIL per quanto concerne i progetti di investimento e formazione in tema salute e sicurezza sul lavoro.

Gestione dei certificati di infortunio e malattia professionale

Per la gestione della compilazione e della trasmissione dei certificati di infortunio e malattia professionale da parte dei medici e delle strutture competenti del Servizio Sanitario Nazionale, normato dall’articolo 53 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124, l’INAIL, a partire dal 1 gennaio 2019 dovrà versare allo stato 25.000.000 di euro che verranno redistribuiti tra le regioni e le province autonome.

Prevenzione incendi per gli edifici storici

Il Ministero per i beni e le attività culturali, entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge di bilancio 2019 provvederà alla ricognizione dei luoghi della cultura e degli edifici storici. La legge imporrà la messa a norma di tali edifici in tema di prevenzione antincendio, in base alle disponibilità specifiche, indicando come data ultima il 31 dicembre 2022.

LM Staff

Related posts
Leave a reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi