';

Saldatura: i rischi per la sicurezza

Saldatura: i rischi per la sicurezza

Una delle lavorazioni più comuni in ambito metalmeccanico e non solo, la saldatura comporta rischi per la salute spesso ignoti o sottovalutati.

L’attività di saldatura è connessa a rischi molto più profondi e sistemici per l’organismo di quanto si possa immaginare. Le conseguenze sull’operatore spesso ricadono sugli occhi, sul sistema respiratorio, sul sistema nervoso, sul sistema motorio e l’apparato urinario. I principali imputati a causa di questi disturbi sono i fumi di saldatura, la forte luminosità e le vibrazioni, ma non solo.

I principali rischi della saldatura

I principali rischi della saldatura che possono interessare l’operatore sono cinque e si traducono nella possibilità di incorrere in: problemi agli occhi, febbre da inalazione dei fumi, disturbi sul sistema nervoso, danni provocati dalle vibrazioni e al sistema urinario.

  • Problemi agli occhi: la forte illuminazione causata dalla saldatura può comportare lesioni corneali e casi di abbagliamento del saldatore;
  • Febbre del saldatore: uno stato sistemico di infiammazione causato dall’inalazione prolungata di fumi metallici dannosi che si manifesta in febbre nelle successive 4-8 ore dalla lavorazione;
  • Danni al sistema nervoso: l’inalazione di certi fumi metallici può comportare effetti deleteri sul sistema nervoso, causando deficit neurologici, insonnia. sbalzi di umore e cefalee.
  • Danni da vibrazione: che si traducono in problemi circolatori riguardanti mani e arti superiori, collegati all’utilizzo prolungato di attrezzature vibranti collegate all’attività di saldatura;
  • Danni al sistema urinario: in particolare a reni e vescica, connessi all’inalazione di alcuni metalli dannosi.

Per quanto tutti questi rischi concreti possano non risultare immediatamente evidenti, va sottolineata a causa della loro evoluzione in condizioni patologiche, l’importanza e la necessità di valutazioni del rischio oculate relative all’attività di saldatura, nonché, l’utilizzo di adeguati DPI. Il quadro clinico che potenzialmente può presentarsi è tutt’altro che rassicurante, con possibili evoluzioni critiche della situazione.

L’attenzione e la prudenza sono categoriche praticando l’attività di saldatura, nonostante l’apparente scarsa pericolosità dell’operazione. In gioco c’è ben di più di una semplice scottatura, ossia una salvaguardia organica della salute.

 

 

LM Staff

Related posts
Leave a reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi